Thinking smart foods

Simone Marchisio

Classe 1986, dopo essersi diplomato presso l’Istituto Tecnico Agrario V.Virginio di Cuneo, esperienza nel quale conosce Giorgio, si laurea presso l’università di Torino in scienze e tecnologie agrarie a Grugliasco-Torino. Dal 2010 lavora come tecnico-agronomo per la Coldiretti di Cuneo, a supporto delle aziende orticole e di piccoli frutti della Provincia Granda. Dopo la laurea ritrova il docente Giorgio e decide insieme a lui di fondare KWATTZERO.

Giorgio Ducco

Classe 1967, dopo la laurea in scienze agrarie a Torino e alcune esperienze lavorative professionali, diventa insegnante. Attualmente è docente presso l’Istituto tecnico agrario Virginio-Donadio di Cuneo ed è socio capitale dell’avventura KWATTZERO, supporto e appoggio di Simone

Nel 2003 Giorgio Ducco, professore dell’Istituto tecnico agrario V. Virginio di Cuneo, e Simone Marchisio, giovane studente dello stesso Istituto, si incontrano per la prima volta. 10 anni dopo i 2 si ritrovano e ricominciano a discutere di idee nate tra i banchi di scuola, portare al massimo l’innovazione agricola per consumare meno risorse e produrre prodotti migliori. Decidono di aggiungere qualcosa in più: portare l’innovazione fino al prodotto finale! Nasce l’idea di un’esperienza pratica e lavorativa per cercare di portare innovazione nel settore agroalimentare, seguendo tutta la filiera dal campo fino alla comunicazione sugli imballaggi e alla loro commercializzazione.
Creano cosi KWATTZERO, la società che Si costituisce nel 2013. Nello stesso anno arriva il primo riconoscimento. KWATTZERO vince il primo premio alla seconda edizione del concorso nazionale Agristartup del gruppo INTESA SANPAOLO come migliore idea di startup agroalimentare.
Lo spirito innovativo incomincia a concretizzarsi con la messa a punto di 3 prodotti:
Le confetture dolcificate con estratti di Stevia; lo Stevyò il primo yogurt italiano dolcificato con estratti di Stevia e Animus, il nuovo modi di intendere i “bitter” creato per esaltare in modo del tutto naturale i cocktail.
La confettura è il primo prodotto che viene “costruito” ed è il naturale risultato imprenditoriale direttamente dall’idea vincente della startup. Un confettura extra con l’80% di frutta di altissima qualità dolcificata con estratti di stevia ed eritritolo per ottenere un prodotto classico ma molto moderno per le esigenze di leggerezza e attenzione alle persone, come i diabetici, con problematiche di carattere alimentare. Un prodotto dolce che fa bene, sembra quasi un contrasto, e invece è la possibilità di coniugare innovazione e bontà.
Stevyò nasce dalla scintilla innovativa di kwattzero, una società startup tutta cuneese, che si occupa di pensare e realizzare alimenti, rivisitandoli in chiave moderna. Tutto questo con attenzione all’ambiente, alla salute umana, alle esigenze della società e con un controllo della filiera, selezionando e mettendo insieme produttori di qualità e artigiani di eccellenza: incontro di persone, insomma Dopo il progetto confettura, casualmente, come succede nelle migliori storie, Simone discute con Gianni Riberi, agricoltore ormai conosciuto da anni grazie al lavoro da agronomo presso le serre dell’azienda agricola Riberi e Martini, oltre alle serre, è presente una stalla per la produzione di latte e un caseificio a Cuneo, inserito all’interno della cooperativa TERRA NUOVA con Claudio Cometto. Nel caseificio si trasforma il latte aziendale in formaggi freschi e yogurt, e proprio qui scatta l’idea comune, inventare uno yogurt moderno, nuovo, buono, con qualcosa in più.
Iniziano così gli scambi di idee, i primi test in caseificio, gli assaggi, e si arriva ad un prodotto dolcificato con la stevia dal gusto unico e particolare, che ha saputo stregare tutti alla sua prima apparizione al pubblico presso la fiera nazionale del marrone a Cuneo, nell’ottobre 2014.
Nasce così un prodotto nuovo realizzato in coproduzione tra aziende, innovativo, moderno, di filiera: STEVYO’. Non è solo uno yogurt…è un ottimo prodotto che unisce la straordinaria piacevolezza al palato con l’attenzione al benessere dei consumatori: nessun colorante, conservante, aroma, addensante ma il benessere della stevia che non richiede l’aggiunta di zucchero! Un prodotto di filiera, moderno e innovativo che va incontro alle esigenze di salute e benessere. Stevyò è il primo yogurt italiano dolcificato con la Stevia!
Durante lo sviluppo degli altri prodotti la curiosità e l’incontro (un altro!) con dei baristi specializzati nella preparazione di cocktails permette a Giorgio e Simone di portare avanti un altro dei progetti “nel cassetto” che non aveva ancora una forma e una strada certa. Utilizzando solo prodotti di altissima qualità, lavorati in modo innovativo arrivano a creare dei nuovi “bitter” pensati per esaltare la capacità dei migliori barman nella preparazione dei loro cocktail. I bitter prendono in nome di “Animus” perché dentro ogni bitter monogusto c’è solo “l’essenza” del frutto o della verdura…la sua anima appunto!
La storia di kwattzero è solo all’inizio. I progetti di sviluppo sono tanti, il tempo, la costanza e gli incontri che ancora non conosciamo ci diranno quanto sarà lunga e bella. Piena di sorprese per crescere insieme.